Aggiornamento del: 02.09.2011

Leggi, decreti ed altri provvedimenti nazionali:
Errata-corrige GU 27.08.11
(Comunicato relativo alla determinazione 27 luglio 2011 dell'Agenzia italiana del farmaco, recante: «Rettifica alla determinazione 18 maggio 2011 concernente: "l'aggiornamento dell'elenco dei medicinali, istituito con il provvedimento della Commissione Unica del Farmaco (CUF) del 20 luglio 2000, erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale, ai sensi della legge 23 dicembre 1996, n. 648".». (Determinazione pubblicata nella Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 191 del 18 agosto 2011))

Giurisprudenza:
Corte Costituzionale: ricorso 30 giugno 2011 (Bilancio e contabilità pubblica - Sanità pubblica - Norme della Regione Campania - Aziende sanitarie locali - Obbligo di sottoscrivere con strutture autorizzate, nelle more dell'accreditamento istituzionale, contratti per le attività di cure palliative ai malati terminali-hospice, in base a tariffe da approvarsi dalla Giunta regionale - Lamentata violazione del limite di spesa fissato dalla normativa nazionale per il contenimento della spesa pubblica - Lamentata violazione della normativa nazionale che prevede per l'erogazione di prestazioni sanitarie da parte di strutture esterne al Servizio Sanitario Nazionale, l'accreditamento, ancorchè provvisorio, e non la semplice autorizzazione - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della competenza legislativa statale nelle materie concorrenti del coordinamento della finanza pubblica e della tutela della salute. - Legge della Regione Campania 5 maggio 2011, n. 7, art. 1, comma 5, che sostituisce il comma 5 dell'art. 8 della legge della Regione Campania 28 novembre 2008, n. 16. - Costituzione, art. 117, comma terzo; legge 27 dicembre 2006, n. 296, art. 1, comma 796, lett. a), b) e t); d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 502, artt. 8, quarto comma, 8-bis, 8-ter e 8-quater.
Ambiente - Norme della Regione Campania - Scarichi in corpi idrici superficiali - Istruttoria e autorizzazione - Prevista concessione dell'autorizzazione, salvo revoca, in caso di mancata decisione negativa nel termine di 60 giorni, prorogato di ulteriori 60 giorni - Contrasto con la normativa nazionale che statuisce l'inapplicabilità del silenzio-assenso alla materia ambientale e con la normativa nazionale che stabilisce il termine perentorio di 90 giorni - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della competenza legislativa esclusiva statale in materia di tutela dell'ambiente. - Legge della Regione Campania 5 maggio 2011, n. 7, art. 1, comma 8. - Costituzione, art. 117, comma secondo, lett. s); legge 7 agosto 1990, n. 241, artt. 20, comma 4, e 29; legge 11 febbraio 2005, n. 15, art. 19; d.lgs. 3 aprile 2006, n. 152, art. 124, comma 7.)

Corte Costituzionale: ricorso 5 luglio 2011 (Sanità pubblica - Norme della Regione Lazio - Disposizioni relative all'autorizzazione e all'accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie - Previsione che, in determinate ipotesi, la ASL possa indire la conferenza di servizi necessaria all'acquisizione dei provvedimenti amministrativi richiesti e propedeutici all'adozione del provvedimento finale da parte della Regione - Contrasto con la normativa nazionale secondo cui è solo l'Amministrazione competente all'adozione del provvedimento finale che può indire la conferenza di servizi - Lamentata contraddittorietà rispetto alle finalità di semplificazione e accelerazione dell'attività amministrativa, in materia attinente ai livelli essenziali delle prestazioni concernenti diritti civili e sociali - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della competenza legislativa statale esclusiva in materia di determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali. - Legge della Regione Lazio 22 aprile 2011, n. 6, art. 1, comma 4. - Costituzione, art. 117, comma secondo, lett. m); legge 7 agosto 1990, n. 241, artt. 14 e 29, comma 2-ter.
Sanità pubblica - Norme della Regione Lazio - Disposizioni relative all'autorizzazione e all'accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie - Prevista possibilità per le strutture sanitarie private di continuare ad operare in regime di accreditamento, in assenza dei requisiti di legge, in attesa dell'eventuale successiva acquisizione delle certificazioni comprovanti il possesso dei requisiti medesimi - Mancata sospensione del rapporto autorizzativo e/o di accreditamento, nel caso di riconversione delle attività, per il tempo necessario allo svolgimento delle opere e fino alle verifiche degli ispettori ASL - Contrasto con la normativa nazionale - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della competenza legislativa statale nella materia concorrente della tutela della salute. - Legge della Regione Lazio 22 aprile 2011, n. 6, art. 1, comma 5 e comma 13, che aggiunge i commi 16-bis, 16-ter e 16-quater all'art. 2 della legge della Regione Lazio 24 dicembre 2010, n. 9. - Costituzione, art. 117, comma terzo; d.lgs. 1992, n. 502, artt. 8, comma 4, 8-ter e 8-quater.
Sanità pubblica - Norme della Regione Lazio - Disposizioni relative all'autorizzazione e all'accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie - Strutture private provvisoriamente accreditate - Prevista possibilità di operare fino al rilascio dei provvedimenti di conferma ovvero all'adozione del provvedimento di diniego dell'accreditamento istituzionale definitivo - Contrasto con la normativa nazionale che prevede la cessazione del regime dell'accreditamento provvisorio a decorrere dal 1 gennaio 2011 - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della competenza legislativa statale nelle materie concorrenti della tutela della salute e del coordinamento della finanza pubblica. - Legge della Regione Lazio 22 aprile 2011, n. 6, art. 1, comma 6. - Costituzione, art. 117, comma terzo; legge 27 dicembre 2006, n. 296, art. 1, comma 796.
Sanità pubblica - Norme della Regione Lazio - Disposizioni relative all'autorizzazione e all'accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie - Strutture private provvisoriamente accreditate - Prevista possibilità di continuare ad operare anche nell'ipotesi in cui le modifiche necessarie ad adeguare la struttura ai requisiti autorizzativi vigenti siano state realizzate senza alcuna comunicazione e in assenza di autorizzazione regionale - Lamentata carenza di qualsivoglia controllo tecnico e giuridico - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della competenza legislativa statale nella materia concorrente della tutela della salute. - Legge della Regione Lazio 22 aprile 2011, n. 6, art. 1, comma 7. - Costituzione, art. 117, comma terzo; d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 502, art. 8-ter; regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265, art. 193.
Sanità pubblica - Norme della Regione Lazio - Disposizioni relative all'autorizzazione e all'accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie - Strutture private provvisoriamente accreditate - Possibilità di mantenere, in corso di istruttoria, lo stato di accreditamento senza i requisiti di qualità per l'accreditamento e senza i requisiti autorizzativi per l'esercizio dell'attività sanitaria, con la sola "condizione che la struttura possieda integralmente i requisiti minimi autorizzativi richiesti dalla disciplina vigente" - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della competenza legislativa statale nella materia concorrente della tutela della salute. - Legge della Regione Lazio 22 aprile 2011, n. 6, art. 1, commi 8 e 9. - Costituzione, art. 117, comma terzo; d.lgs. 1992, n. 502, art. 8-quater.
Sanità pubblica - Norme della Regione Lazio - Promozione della costituzione dell'Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) di Tor Vergata - Eliminazione della verifica triennale sugli esiti della sperimentazione gestionale, già stabilita con protocollo d'intesa stipulato tra la Regione e l'Università degli studi di Roma Tor Vergata - Contrasto con la normativa nazionale che impone la verifica per le sperimentazioni gestionali - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della competenza legislativa statale nella materia concorrente della tutela della salute. - Legge della Regione Lazio 22 aprile 2011, n. 6, art. 6, comma 5, che abroga il comma 4, dell'art. 42 della legge della Regione Lazio 2007, n. 26. - Costituzione, art. 117, comma terzo; d.lgs. 1992, n. 502, art. 9-bis, comma 3.)

Normativa regionale in Gazzetta Ufficiale:
Molise: legge 15/2011 («Norme per la prevenzione della diffusione delle malattie infettive»)

Bollettini Ufficiali Regionali:
Nuovi provvedimenti sui Bollettini Ufficiali delle seguenti regioni: Campania, Lombardia, Marche, Puglia, Sicilia, Umbria, Veneto

Normativa della regione Friuli Venezia Giulia:
Nessuno

Altro
Consultazione con cellulare: www.medicoeleggi.com/mobile/index.htm (no WAP);
Provvedimenti di recepimento di autorizzazioni europee - Sono stati inseriti i collegamenti ipertestuali al sito dell'EMEA, in modo da poter consultare tutta la documentazione inerente il procedimento di autorizzazione europea ivi compresa la "scheda tecnica" del farmaco. I collegamenti sono stati inseriti nella "pagina indice" del provvedimento e nella tabella riassuntiva di tutti i provvedimenti pubblicati ("recepimento autorizzazioni europee" e "AIC europee").