Aggiornamento del: 05.11.2004

Leggi, decreti ed altri provvedimenti nazionali:
DMS 24.09.04 (Disposizioni sulle documentazioni da presentare a corredo delle domande di autorizzazione all'immissione in commercio di medicinali ad uso umano in attuazione della direttiva 2003/63/CE della Commissione del 25 giugno 2003)
Deliberazione Commissione Garanzia Sciopero Servizi Pubblici Essenziali 02.09.04 (Valutazione dell'accordo regionale ai sensi dell'art. 16 del decreto del Presidente della Repubblica n. 371 dell'8 luglio 1998, sottoscritto in data 16 aprile 2004 da Federfarma Campania e regione Campania, relativo al settore dell'erogazione dei farmaci)
DMS 23.09.04
(Attuazione della direttiva 2003/101/CE del 3 novembre 2003 della Commissione europea, per quanto concerne la classificazione ed i valori di soglia di alcune sostanze soggette a controllo, con sostituzione degli allegati I e III al testo unico delle leggi sulla disciplina delle sostanze stupefacenti e psicotrope, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, come modificato dal decreto legislativo 12 aprile 1996, n. 258, recante il recepimento della direttiva 92/109/CEE relativa alla fabbricazione e all'immissione in commercio di talune sostanze impiegate nella fabbricazione illecita di stupefacenti o di sostanze psicotrope)

Giurisprudenza:
Corte Costituzionale: ricorso 07.08.04 (Stupefacenti e sostanze psicotrope - Linee di indirizzo amministrativo in tema di promozione e coordinamento delle politiche per prevenire e contrastare il diffondersi delle tossicodipendenze e delle alcooldipendenze correlate - Previsione, tra le altre, delle seguenti funzioni del Dipartimento nazionale per le politiche antidroga: assicurazione del necessario supporto amministrativo alle funzioni di indirizzo e coordinamento del Comitato nazionale di coordinamento per l'azione antidroga [art. 2, lett. a)]; effettuazione dell'attivitą istruttoria necessaria ai fini del potere di indirizzo e coordinamento del Governo [art. 2, lett. b)]; predisposizione, in applicazione degli indirizzi generali del Governo, di un piano di contrasto alla diffusione del fenomeno della droga, nonchč di ulteriori proposte e piani operativi [art. 2, lett. f)]; verifica del rispetto, da parte della amministrazione dello Stato e degli altri soggetti pubblici e privati operanti nel settore, delle indicazioni previste dal Piano di interventi, sia per l'utilizzazione delle risorse finanziarie, sia per l'attuazione degli interventi [art. 2, lett. i)]; aggiornamento del Piano nazionale degli interventi [art. 3, lett. g)] - Ricorso della Regione Umbria - Denunciato indebito esercizio del potere statale di indirizzo e coordinamento in materia di competenza regionale - Lesione del principio di sussidiarietą - Indebita previsione di controlli sull'attivitą delle Regioni. - Decreto del Vice Presidente del Consiglio dei ministri del 31 maggio 2004, artt. 2, lett. a), b), f) e i) e 3, lett. g). - Costituzione, artt. 114, 117, commi 2, 3 e 4, e 118.)
Corte Costituzionale: ricorso 02.09.04 (
Formazione professionale - Organizzazione sanitaria - Decreto del Ministro della salute concernente i requisiti richiesti alle societą scientifiche e alle associazioni tecnico scientifiche delle professioni sanitarie per poter svolgere attivitą formativa nell'ambito del programma di «Educazione continua in medicina» (ECM) ed attivitą di collaborazione nei confronti dei diversi organi ed organismi che operano nei vari settori di attivitą sanitarie - Conflitto di attribuzione sollevato dalla Provincia autonoma di Trento - Lamentata inidoneitą della norma che disciplina la «Commissione nazionale per la formazione continua» (art. 16-ter del d.lgs. n. 502/92) a dare fondamento al potere ministeriale attraverso l'autoattribuzione allo stesso non solo del potere di accreditamento delle societą scientifiche ma, anche, e sopratutto il riconoscimento delle medesime - Lamentata illegittimitą per difetto del potere esercitato - Interferenza con la potestą legislativa provinciale primaria, in materia di formazione professionale ed organizzazione sanitaria. - Decreto del Ministro della salute 31 maggio 2004. - Costituzione art. 117; Statuto della Regione Trentino-Alto Adige (d.P.R. 31 agosto 1972, n. 670), artt. 8, nn. 1) e 29); 9, n. 10); 16; d.P.R. 28 marzo 1975, n. 474; d.P.R. 26 gennaio 1980, n. 197; d.P.R. 1° novembre 1973, n. 689; decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, artt. 16-ter e 19.
Formazione professionale - Organizzazione sanitaria - Decreto del Ministro della salute concernente i requisiti richiesti alle societą scientifiche e alle associazioni tecnico scientifiche delle professioni sanitarie per poter svolgere attivitą formativa nell'ambito del programma di «Educazione continua in medicina» (ECM) ed attivitą di collaborazione nei confronti dei diversi organi ed organismi che operano nei vari settori di attivitą sanitarie - Conflitto di attribuzione sollevato dalla Provincia autonoma di Trento - Lamentata invasione della competenza legislativa primaria provinciale con atto regolamentare e non legislativo - Interferenza con la potestą legislativa provinciale primaria, in materia di formazione professionale ed organizzazione sanitaria - Violazione del principio di certezza normativa. - Decreto del Ministro della salute 31 maggio 2004. - Costituzione art. 117, comma sesto; Statuto della Regione Trentino-Alto Adige (d.P.R. 31 agosto 1972, n. 670), artt. 8, nn. 1) e 29); 9, n. 10); 16; d.P.R. 28 marzo 1975, n. 474; d.P.R. 26 gennaio 1980, n. 197; d.P.R. 1° novembre 1973, n. 689; decreto legislativo 16 marzo 1992, n. 266, art. 2.
Formazione professionale - Organizzazione sanitaria - Decreto del Ministro della salute concernente i requisiti richiesti alle societą scientifiche e alle associazioni tecnico scientifiche delle professioni sanitarie per poter svolgere attivitą formativa nell'ambito del programma di «Educazione continua in medicina» (ECM) ed attivitą di collaborazione nei confronti dei diversi organi ed organismi che operano nei vari settori di attivitą sanitarie - Conflitto di attribuzione sollevato dalla Provincia autonoma di Trento - Lamentato mancato coinvolgimento della Conferenza Stato-Regioni - Violazione del principio di leale collaborazione. - Decreto del Ministro della salute 31 maggio 2004. - Decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, art. 2, comma terzo.
Formazione professionale - Organizzazione sanitaria - Decreto del Ministro della salute concernente i requisiti richiesti alle societą scientifiche e alle associazioni tecnico scientifiche delle professioni sanitarie per poter svolgere attivitą formativa nell'ambito del programma di «Educazione continua in medicina» (ECM) ed attivitą di collaborazione nei confronti dei diversi organi ed organismi che operano nei vari settori di attivitą sanitarie - Conflitto di attribuzione sollevato dalla Provincia autonoma di Trento - Denunciata illegittimitą delle norme che attribuiscono poteri amministrativi ad organi statali nelle materie di competenza regionale - Lamentato implicito riferimento al principio dell'«interesse nazionale» che non č pił un limite generale alle competenze regionali e provinciali - Violazione del principio di sussidiarietą - Violazione del principio di leale collaborazione. - Decreto del Ministro della salute 31 maggio 2004. - Costituzione artt. 117 e 118; Statuto della Regione Trentino-Alto Adige (d.P.R. 31 agosto 1972, n. 670), artt. 8, nn. 1) e 29); 9, n. 10); 16; d.P.R. 28 marzo 1975, n. 474; d.P.R. 26 gennaio 1980, n. 197; d.P.R. 1° novembre 1973, n. 689; decreto legislativo 16 marzo 1992, n. 266, art. 4.)

Normativa regionale:
////

Normativa della regione Friuli-Venezia Giulia:
////

Altro
////