Aggiornamento del: 13.11.2015

Leggi, decreti ed altri provvedimenti nazionali:
Decreto del Ministero della Salute del 23.07.15 (Determinazione del numero globale di medici specialisti da formare ed assegnazione dei contratti di formazione specialistica dei medici per l'anno accademico 2013/2014)
Delibera CIPE n. 85 del 06.08.15 (Fondo sanitario nazionale 2014 - Ripartizione tra le regioni delle risorse destinate al finanziamento della sanità penitenziaria. (Delibera n. 85/2015))
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 178 del 29.09.15 (Regolamento in materia di fascicolo sanitario elettronico)

Giurisprudenza:
Corte Costituzionale: ricorso del 21.09.15, atto n. 86 (Sanità pubblica - Norme della Regione Siciliana - Personale medico, titolare di rapporti di continuità assistenziale, che, a seguito di verbale definitivo della Commissione medica del MEF per l'accertamento delle invalidità civili, è stato assegnato a servizi propri di aziende del Servizio sanitario regionale - Collocazione, previo svolgimento di procedura selettiva, nell'organico dell'Azienda presso cui presta servizio, con riclassificazione del rapporto di lavoro da convenzionale a dipendente - Ricorso del Governo - Denunciato contrasto con i principi fondamentali della legislazione statale in materia di tutela della salute e di accesso agli impieghi mediante pubblico concorso - Violazione della competenza statale esclusiva in materia di ordinamento civile e di rapporti di diritto privato regolati dalla contrattazione collettiva - Contrasto con il principio del concorso pubblico nonchè con i principi in materia di accesso agli impieghi pubblici e di buon andamento della pubblica amministrazione - Esorbitanza dalle competenze statutariamente spettanti alla Regione in materia di "ordinamento degli uffici e degli enti regionali" e di "igiene pubblica e sanità". - Legge della Regione Siciliana 10 luglio 2015, n. 12, art. 1, comma 15 [modificativo dell'art. 85 della legge regionale 7 maggio 2015, n. 9]. - Costituzione, artt. 97 e 117, commi secondo, lett. l), e terzo; Statuto della Regione Siciliana (r.d.l. 15 maggio 1946, n. 455), artt. 14 e 17; decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, artt. 8, comma 1, prima parte, e 15, comma 7.
In via consequenziale:
Sanità pubblica - Norme della Regione Siciliana - Personale medico, titolare di rapporti di continuità assistenziale, che, a seguito di verbale definitivo della Commissione medica del MEF per l'accertamento delle invalidità civili, è stato assegnato da almeno quattro anni a servizi propri di aziende del Servizio sanitario regionale - Collocazione nell'organico dell'Azienda presso cui presta servizio, con riclassificazione del rapporto di lavoro da convenzionale a dipendente - Ricorso del Governo - Richiesta alla Corte di dichiarare, ai sensi dell'art. 27 della legge n. 87 del 1953, l'illegittimità consequenziale della disposizione nella sua formulazione originaria (a suo tempo non impugnata), ove la stessa possa ritenersi ancora in vigore - Denunciata sussistenza degli stessi motivi di incostituzionalità proposti avverso le modifiche ad essa apportate dall'art. 1, comma 15, della legge regionale n. 12 del 2015. - Legge della Regione Siciliana 7 maggio 2015, n. 9, art. 85 (testo originario). - Costituzione, artt. 97 e 117, commi secondo, lett. l), e terzo; Statuto della Regione Siciliana (r.d.l. 15 maggio 1946, n. 455), artt. 14 e 17; decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, artt. 8, comma 1, prima parte, e 15, comma 7; legge 11 marzo 1953, n. 87, art. 27.)
Corte Costituzionale: ricorso del 21.09.15, atto n. 87 (Sanità pubblica - Norme della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia - Istituzione del registro regionale per le libere dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario (DAT) per favorire la raccolta delle volontà di donazione degli organi e dei tessuti - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della sfera di competenza legislativa concorrente statale in materia di sanità pubblica per contrasto con i principi fondamentali posti dalla legislazione statale in materia - Lesione del principio di uguaglianza - Violazione della sfera di competenza legislativa esclusiva statale in materia di ordinamento civile. - Legge della Regione Friuli-Venezia Giulia 10 luglio 2015, n. 16, art. 1, comma 1, lett. a). - Costituzione, artt. 3 e 117, commi secondo, lett. l), e terzo.
Sanità pubblica - Norme della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia - Istituzione del registro regionale per le libere dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario (DAT) per favorire la raccolta delle volontà di donazione degli organi e dei tessuti - Previsione che la Regione garantisce al cittadino una compiuta informazione sugli accertamenti e i trattamenti sanitari, assicurando la possibilità di presentare all'Azienda per l'assistenza sanitaria territorialmente competente un atto, avente data certa con firma autografa, contenente la dichiarazione anticipata della volontà della persona di essere o meno sottoposta a trattamenti sanitari in caso di malattia o lesione cerebrale che cagioni una perdita di coscienza definibile come permanente ed irreversibile secondo i protocolli scientifici riconosciuti a livello internazionale - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della sfera di competenza legislativa concorrente statale in materia di sanità pubblica per contrasto con i principi fondamentali posti dalla legislazione statale in materia - Lesione del principio di uguaglianza - Violazione della sfera di competenza legislativa esclusiva statale in materia di ordinamento civile. - Legge della Regione Friuli-Venezia Giulia 10 luglio 2015, n. 16, art. 1, comma 1, lett. b). - Costituzione, artt. 3 e 117, commi secondo, lett. l), e terzo.
Sanità pubblica - Norme della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia - Istituzione del registro regionale per le libere dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario (DAT) per favorire la raccolta delle volontà di donazione degli organi e dei tessuti - Previsione che nella dichiarazione anticipata l'interessato può nominare uno o più soggetti, ai fini della presente legge denominati fiduciari, per l'interlocuzione e il contraddittorio con il Servizio sanitario regionale concernente la dichiarazione anticipata medesima - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della sfera di competenza legislativa concorrente statale in materia di sanità pubblica per contrasto con i principi fondamentali posti dalla legislazione statale in materia - Lesione del principio di uguaglianza - Violazione della sfera di competenza legislativa esclusiva statale in materia di ordinamento civile. - Legge della Regione Friuli-Venezia Giulia 10 luglio 2015, n. 16, art. 1, comma 1, lett. c). - Costituzione, artt. 3 e 117, commi secondo, lett. l), e terzo.
Sanità pubblica - Norme della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia- Istituzione del registro regionale per le libere dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario (DAT) per favorire la raccolta delle volontà di donazione degli organi e dei tessuti - Previsione che l'Azienda per l'assistenza sanitaria inserisce le DAT nella banca dati e ne curi la tenuta - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della sfera di competenza legislativa concorrente statale in materia di sanità pubblica per contrasto con i principi fondamentali posti dalla legislazione statale in materia - Lesione del principio di uguaglianza - Violazione della sfera di competenza legislativa esclusiva statale in materia di ordinamento civile. - Legge della Regione Friuli-Venezia Giulia 10 luglio 2015, n. 16, art. 1, comma 1, lett. b) ed e). - Costituzione, artt. 3 e 117, commi secondo, lett. l), e terzo.)

Normativa regionale in Gazzetta Ufficiale:
Nessun provvedimento

Normativa della regione Friuli Venezia Giulia:
Nessun provvedimento

Altro
Consultazione con cellulare: www.medicoeleggi.com/mobile/index.htm (no WAP);
Provvedimenti di recepimento di autorizzazioni europee - Sono stati inseriti i collegamenti ipertestuali al sito dell'EMA, in modo da poter consultare tutta la documentazione inerente il procedimento di autorizzazione europea ivi compresa la "scheda tecnica" del farmaco. I collegamenti sono stati inseriti nella "pagina indice" del provvedimento e nella tabella riassuntiva di tutti i provvedimenti pubblicati ("recepimento autorizzazioni europee" e "AIC europee").