Capo II - Periodo di osservazione dei cadaveri

(Regolamento di polizia mortuaria)

 

Articolo 8

1. Nessun cadavere pu˛ essere chiuso in cassa, nÚ sottoposto ad autopsia, a trattamenti conservativi a conservazione in celle frigorifere, nÚ essere inumato, tumulato, cremato, prima che siano trascorse 24 ore dal momento del decesso, salvo i casi di decapitazione o di maciullamento e salvo quelli nei quali il medico necroscopo avrÓ accertato la morte anche mediante l'ausilio di elettrocardiografo la cui registrazione deve avere una durata non inferiore a 20 minuti primi, fatte salve le disposizioni di cui alla legge 2 dicembre 1975, n. 644, e successive modificazioni.

 

Articolo 9

1. Nei casi di morte improvvisa ed in quelli in cui si abbiano dubbi di morte apparente, l'osservazione deve essere protratta fino a 48 ore, salvo che il medico necroscopo non accerti la morte nei modi previsti dall'art. 8.

 

Articolo 10

1. Nei casi in cui la morte sia dovuta a malattia infettiva-diffusiva compresa nell'apposito elenco pubblicato dal Ministero della sanitÓ o il cadavere presenti segni di iniziata putrefazione, o quando altre ragioni speciali lo richiedano, su proposta del coordinatore sanitario dell'unitÓ sanitaria locale il sindaco pu˛ ridurre il periodo di osservazione a meno di 24 ore.

 

Articolo 11

1. Durante il periodo di osservazione il corpo deve essere posto in condizioni tali che non ostacolino eventuali manifestazioni di vita. Nel caso di deceduti per malattia infettiva-diffusiva compresa nell'apposito elenco pubblicato dal Ministero della sanitÓ il coordinatore sanitario dell'unitÓ sanitaria locale adotta le misure cautelative necessarie.


capo precedente // capo successivo