Decreto legislativo 38/00 - articolo 28

 

Articolo 28 - Rideterminazione dei contributi

(Decreto Legislativo n░38, 23 febbraio 2000)

1. Ai fini del riequilibrio e del risanamento della gestione agricoltura, compatibilmente con la specificitÓ del settore, fermo restando quanto disposto dagli articoli 257 e 262 del testo unico, Ŕ previsto, per gli anni 2001-2005, un incremento dei contributi in quota capitaria dovuti dai lavoratori autonomi agricoli nella misura massima complessiva del 50 per cento.

2. Per gli anni 2001 e 2002, l'incremento dei contributi di cui al comma 1 Ŕ fissato nella misura del 12,5 per cento per ciascun anno; per gli anni successivi, la misura dell'incremento Ŕ stabilita con decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, su delibera del consiglio di amministrazione dell'INAIL.

3. Con effetto dall'anno 2001 le aliquote contributive per i lavoratori agricoli dipendenti sono incrementate del 12,5 per cento.

4. A decorrere dall'anno 2001, con decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, pu˛ essere determinata la quota parte dei proventi derivanti dalla dismissione dei beni e dei diritti immobiliari dell'INAIL destinata a riduzione dell'incremento dei contributi del settore agricolo previsto dal presente articolo.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarÓ inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.


articolo precedente