documento 4.4.00 - legionellosi: tappe dell'indagine nelle forme nosocomiali

 

L'indagine di una legionellosi nosocomiale deve seguire le seguenti tappe:

(Documento 4 aprile 2000 - Legionellosi)

  1. Conferma della diagnosi. Se possibile isolamento colturale e identificazione precisa del germe in causa.
  2. Notifica alle autoritÓ sanitarie.
  3. Ricerca dell'esposizione: locali frequentati e trattamenti a rischio.
  4. Ricerca di altri casi. Adozione di un protocollo per la ricerca della legionella in tutti i nuovi casi di polmonite nosocomiale. Se la situazione Ŕ di particolare gravitÓ, pu˛ essere necessario condurre un'indagine retrospettiva (titoli anticorpali su sieri conservati, ricerca dell'antigene urinario in malati recenti).
  5. Descrizione della distribuzione nel tempo e nello spazio dei casi confermati, dei casi. possibili e eventualmente dei casi dubbi. Rappresentazione grafica della curva epidemica e piano della situazione. Descrizione dei trattamenti a rischio e del tipo di acqua utilizzata per i differenti trattamenti.
  6. Ricerca di esposizioni comuni.
  7. Ipotesi sulla possibile origine dell'infezione.
  8. Indagini ambientali mirate in base alle ipotesi emerse dallo studio descrittivo.
  9. Confronto dei ceppi di Legionella isolati dai malati con quelli isolati dall'ambiente; per la tipizzazione e il confronto, inviare gli isolati al laboratorio di riferimento.
  10. Eventualmente, se l'origine dell'epidemia resta difficile da identificare, effettuare un'indagine di tipo caso-controllo.

Per riassumere, al verificarsi di uno o pi¨ casi di infezione nosocomiale adottare i seguenti provvedimenti:

  1. L'informazione dell'evento deve essere diffusa rapidamente al personale sanitario.
  2. La sorveglianza attiva dei possibili ulteriori casi deve essere avviata.
  3. La sorveglianza ambientale con ricerca della legionella nelle possibili fonti di contagio dovrÓ essere attivata.

precedente // successivo