documento 4.4.00 - legionellosi: misure suggerite dal richio di contrarre l'infezione nosocomiale

 

La valutazione del rischio di contrarre la malattia suggerisce di applicare le misure seguenti:

(Documento 4 aprile 2000 - Legionellosi)

Presenza di una concentrazione di legionelle fino a 102 UFC/L (assenza di casi): non è necessario alcun intervento.

Presenza di una concentrazione di legionelle compresa tra 103-104 UFC/L: contaminazione, si potrebbero verificare casi sporadici: 

in assenza di casi è raccomandata una aumentata sorveglianza clinica, in particolare per i pazienti a rischio. Evitare l'uso dell'acqua dell'impianto idrico per docce o abluzioni che possano provocare la formazione di aerosol. Ripetere periodicamente i controlli batteriologici;

in presenza di un caso effettuare la bonifica ambientale ed adottare misure specifiche di prevenzione e controllo.

Presenza di una concentrazione di legionelle > 104 UFC/L: contaminazione importante. Mettere in atto immediatamente misure di decontaminazione: shock termico o iperclorazione. Successiva verifica dei risultati.

Nel caso si verificassero le condizioni che richiedono un intervento di bonifica, utilizzare uno o più metodi precedentemente illustrati.

La valutazione delle cariche batteriche deve essere effettuata utilizzando modalità corrette di campionamento (vedi All. 2) ed un piano di campionamento definito.


precedente // successivo