circolare ASS 4 - 23.2.99 bis

 

Circolare ASS 4 Medio Friuli

23.02.99; prot. 8621/G.; da: Servizio Cura e Riabilitazione (Dott.R. Calabria)

Referente: Dott. P.Franz

OGGETTO: Esenzione dalla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie per gli screening oncologici

Per opportuna conoscenza, si invia in allegato, la circolare di pari oggetto della DRS Prot. n.413/AMM.8 del 12.01.1999, che ha sostituito la precedente circolare Prot. n. 7052 del 25.03.1998.

Si trasmette inoltre copia del nuovo modello della dichiarazione per usufruire dell'esenzione, utilizzato presso i competenti Servizi di questa Azienda.

Distinti saluti.


Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia

DIREZIONE REGIONALE DELLA SANITA' E DELLE POLITICHE SOCIALI

Prot. 413 /Amm.8
Trieste, 12 gennaio 1999

Oggetto: Esenzione dalla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie per gli screening oncologici.

Con nota prot. 7052/Amm dd. 25/3/98, questa Direzione, in applicazione di quanto previsto dall'art. 5 del Decreto del Ministero della sanità 1/2/91, anticipando la messa in atto di programmi di screening oncologici a chiamata attiva, ha dato disposizioni affinchè alcuni esami, finalizzati alla diagnosi precoce dei tumori femminili dell'utero e della mammella, fossero erogati in regime di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria (ticket).

La successiva approvazione, da parte della Giunta regionale, con deliberazione n. 1633 del 29/5/98, del Piano regionale per le malattie oncologiche, ha fornito le linee guida entro le quali procedere alla attivazione degli anzidetti programmi di screening.

Per quanto attiene alla esenzione dal ticket delle pazienti che si sottoporranno agli esami diagnostici previsti dai precitati programmi di screening oncologici, si forniscono le seguenti disposizioni, che sostituiscono le precedenti, contenute nella surrichiamata nota n. 7052/1998

.

Screening per i tumori della cervice uterina

Il test di screening è il pap-test da eseguirsi con intervallo non inferiore ai tre anni, nelle donne in età compresa tra i 25 e i 64 anni.
L'accesso al test avviene sulla base della lettera di invito predisposta dall'Azienda per i servizi sanitari.
L'esenzione dal pagamento del ticket riguarda il pap-test ed ogni altro esame/visita finalizzati all'approfondimento diagnostico.

Al di fuori del programma di screening, è consentita la fruizione di un pap-test, in esenzione dal pagamento del ticket, da parte di donne che non abbiano effettuato un pap-test gratuito negli ultimi tre anni, a condizione che l'esame venga effettuato presso una struttura del Servizio sanitario regionale, sia essa pubblica o privata accreditata (vedi punto b), nelle situazioni di seguito descritte:

  1. donne in età superiore ai 64 anni che dichiarino di non avere mai effettuato un pap-test in precedenza;
  2. donne tra i 25 ed i 64 anni che, occasionalmente, si presentino presso un ambulatorio (divisionale o consultoriale o distrettuale) delle Aziende per i servizi sanitari, territoriali o ospedaliere, del Policlinico universitario di Udine, degli IRCCS CRO di Aviano o "Burlo Garofolo" di Trieste o presso ambulatori accreditati delle strutture private, nell'ambito delle attività negoziate con il Servizio sanitario regionale, e che dichiarino, mediante autocertificazione, di non aver eseguito un pap-test gratuito nei tre anni precedenti.

Anche nei casi sopra indicati (punti a) e b)), gli eventuali ulteriori esami/visite, che si rendessero necessari, ai fini dell'approfondimento diagnostico, sono esenti dalla compartecipazione alla spesa.

I pap-test inadeguati (non leggibili per ragioni tecniche di vario tipo) sono a carico della struttura che ha effettuato il prelievo.

 

Screening per i tumori della mammella

Per tale screening non è al momeato previsto l'invito attivo. L'accesso può avvenire direttamente o su prescrizione del medico di medicina generale.
L'esame esente da compartecipazione alla spesa è la mammografia eseguita, con intervallo non inferiore ai due anni, nelle donne in età compresa tra i 50 e i 69 anni.
Detta esenzione avverrà sulla base della dichiarazione dell'utente, di non avere eseguito l'esame nei dodici mesi precedenti.
Non costituiscono test di screening l'ecografia mammaria e la visita senologica.

L'esenzione dal pagamento del ticket riguarda, oltre alla mammografia, gli eventuali esami/visite finalizzati all'approfondimento diagnostico, prescritti dal medico di medicina generale o dal medico specialista, che apporranno la sigla PE, già utilizzata come identificativa delle campagne di prevenzione.

Le donne non rientranti nelle fasce di età individuate (50-69) sono soggette alla compartecipazione alla spesa sanitaria, secondo la normativa vigente.

IL DIRETTORE REGIONALE
Dr. Cesare de Simone


DICHIARAZIONE PER USUFRUIRE DELL'ESENZIONE PREVISTA DALLA CIRCOLARE DRS N.413 DEL 12.01.99
(ESECUZIONE GRATUITA MAMMOGRAFIA E PAP TEST) .

La sottoscritta ........... nata il ............ residente a ............... in via ................... consapevole delle conseguenze previste in caso di dichiarazione mendace,

DICHIARA

sotto la propria responsabilità,

data, .................
firma leggibile, .........................