Allegato 2 alla circolare ASS 4 Medio Friuli del 06.02.02

REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA
AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 4 "MEDIO FRIULI"
Via Colugna 50 - 33100 U D I N E

Trattamento di dati sensibili relativi alle malattie rare
Informativa da consegnare all'assistito
(art. 10 legge 675/1996)

Gentile Signore/a,

ai sensi della legge n. 675/1996 (tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali), i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell'interessato.

L'Azienda Sanitaria, avendo come fine istituzionale l'erogazione ai cittadini di prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione, deve trattare una serie di dati personali degli utenti ed in particolare quelli attinenti allo stato di salute.

I dati forniti dall'interessato vengono utilizzati per adempiere a specifici obblighi o compiti previsti da leggi e regolamenti, connessi o strumentali all'attività sanitaria e/o amministrativa e sono conservati negli archivi dell'Azienda Sanitaria.

Il titolare dei dati trattati dall'Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 "Medio Friuli", con sede in Udine, via Colugna 50, è il Direttore Generale , suo legale rappresentante.

I dati personali sono trattati solo da personale autorizzato, vincolato al segreto professionale e al segreto d'ufficio.

Vista la convenzione in atto per la conduzione del Sistema Informatico Sanitario Regionale, l'INSIEL viene individuata quale responsabile esterno del trattamento dei dati personali svolto con mezzi elettronici o comunque automatizzati,

Per quanto riguarda il trattamento dei dati relativi alle malattie rare si richiamano alcune importanti disposizioni contenute nell'articolo 5 del D.M. n. 279 dd. 18.05.2001 "Regolamento di istituzione della rete nazionale delle malattie rare e di esenzione dalla partecipazione al costo delle relative prestazioni sanitarie, ai sensi dell'articolo 5, comma 1, lettera b) del decreto legislativo 29.04.1998 n. 124".

- L'assistito cui sia stata accertata da un presidio della Rete una delle malattie rare previste dal Regolamento può chiedere il riconoscimento del diritto all'esenzione all'azienda sanitaria di residenza, allegando la certificazione rilasciata dal presidio stesso.

- Al momento del rilascio della nuova tessera sanitaria con il riconoscimento dell' esenzione, l'azienda sanitaria fornisce all'interessato l'informativa ai sensi degli articoli 10 e 23 della legge 31 dicembre 1996, n. 675, e successive modificazioni, e acquisisce il consenso scritto al trattamento dei dati da parte di soggetti erogatori di prestazioni, pubblici, convenzionati o accreditati dal Servizio sanitario nazionale, con riguardo alla prescrizione ed erogazione delle prestazioni sanitarie in regime di esenzione.

- La raccolta e il trattamento dei dati, consistente nelle operazioni di registrazione, validazione, aggiornamento, rettificazione, integrazione ed eventuale cancellazione, sono effettuati secondo la normativa vigente in materia di protezione dei dati personali.

- L'accesso ed il trattamento dei dati sono consentiti agli operatori delle aziende sanitarie appositamente autorizzati, nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di tutela di dati personali e con l'adozione delle misure di sicurezza di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio 1999, n. 318, per il riconoscimento del diritto all'esenzione ed il controllo delle esenzioni rilasciate, per finalità amministrativo-contabili, per il controllo della relativa spesa a carico del Servizio sanitario nazionale nonchè della qualità e appropriatezza dell'assistenza erogata.

- I dati sanitari sono conservati in archivi cartacei e informatizzati separatamente da ogni altro dato personale e sono trattati con tecniche di cifratura o codici identificativi che consentano di identificare gli interessati solo in caso di necessità.

- La comunicazione e la diffusione dei dati è effettuata nel rispetto di quanto stabilito dall'articolo 27 della legge 31 dicembre 1996, n. 675, e successive modificazioni.

Sulla base di quanto stabilito dall' art. 13 della Legge 675/1996, in relazione al trattamento di dati personali, l'interessato ha diritto:

a) di conoscere, mediante accesso gratuito al registro di cui all'articolo 31, comma 1, lettera a), L. 675/1996 l'esistenza di trattamenti di dati che possono riguardarlo;

b) di essere informato su quanto indicato all'articolo 7, comma 4, lettere a), b ) e h ) L. 675/1996;

c) di ottenere, a cura del titolare o del responsabile, senza ritardo:

1) la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intellegibile dei medesimi dati e della loro origine, nonchè della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l'esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni;

2) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

3) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, qualora vi abbia interesse, l'integrazione dei dati;

4) l'attestazione che le operazioni di cui ai numeri 2) e 3) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;

d) di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

e) di opporsi, in tutto o in parte, al trattamento di dati personali che lo riguardano, previsto a fini di informazioni commerciali o di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale interattiva e di essere informato dal titolare, non oltre il momento in cui i dati sono comunicati o diffusi, della possibilità di esercitare gratuitamente tale diritto.

 

Malattie rare - All. 2