convenzione specialisti ambulatoriali - articolo 9: Assegnazione di turni disponibili e obblighi contrattuali

Articolo 9 - Assegnazione di turni disponibili e obblighi contrattuali

(Convenzione specialisti ambulatoriali 2000)

1. I provvedimenti adottati. dalle Aziende per gli aumenti di orario collegati alla copertura dei turni resisi disponibili vengono pubblicati da ciascuna Azienda sull'albo del Comitato Zonale nei mesi febbraio, aprile, giugno, agosto, ottobre e dicembre, dal giorno 15 alla fine dello stesso mese.

2. La pubblicazione dei turni disponibili può contenere eventuali specificazioni circa il possesso di particolari capacità professionali che si richiedono allo specialista, al quale deve essere attribuito il turno stesso. In tali casi la scelta dello specialista, nel rispetto delle procedure di cui all'art. 10, avviene sulla base della preventiva verifica del possesso delle specifiche capacità richieste da parte di apposita commissione di esperti del settore composta di due specialisti. delegati dalla Azienda e due specialisti designati da membri di parte medica del Comitato consultivo zonale di. cui all'art. 11.

3. I Sindacati firmatari del presente Accordo tengono in visione per gli interessati presso le proprie sedi i turni disponibili, comunicati dalla Azienda.

4. Gli specialisti aspiranti al turno disponibile, entro il 10° giorno del mese successivo a quello della pubblicazione, devono comunicare con lettera raccomandata, la propria disponibilità al Comitato di cui all'art. 11, il quale individua, entro 15 giorni successivi alla scadenza del termine, l'avente diritto secondo l'ordine di priorità di cui all'art. 10.

5. Lo specialista che presta la propria attività per l'Azienda deve:

  1. attenersi alle disposizioni che l'Azienda emana per il buon funzionamento dei presidi e il perseguimento dei fini istituzionali;
  2. attenersi alle disposizioni contenute nel presente Accordo;
  3. redigere a trasmettere al Comitato di cui all'art. 11 entro i1 15 febbraio di ciascun anno il foglio notizie di cui all'allegato "B";
  4. osservare l'orario di attività indicato nella lettera di incarico.

6. Le Aziende provvedono al controllo dell'osservanza dell'orario con gli stessi sistemi di rilevazione della presenza in servizio adottati per i medici dipendenti.

7. A seguito dell'inosservanza dell'orario sono in ogni caso effettuate trattenute mensili sulle competenze dello specialista inadempiente, previa rilevazione contabile, sulla documentazione in possesso della Azienda delle ore di lavoro non effettuate.

8. Poichè l'inosservanza dell'orario è fonte di disservizio, ripetute e non occasionali infrazioni in materia devono essere contestate per iscritto allo specialista da parte della Azienda; in caso di recidiva o persistenza la Azienda deferisce lo specialista alla Commissione di cui all'art. 14 per i provvedimenti di competenza.

9. Gli specialisti già in servizio, nel prendere visione presso il luogo di lavoro del presente Accordo, rilasciano esplicita dichiarazione di accettazione dell'Accordo stesso.

10. Il rifiuto di lasciare la suddetta dichiarazione comporta l'automatica decadenza dall'incarico.


articolo precedente // articolo successivo