DMS 19.04.05 - premessa

Premessa

(Decreto del Ministero della salute, 19 aprile 2005)

IL MINISTRO DELLA SALUTE
di concerto con
IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI

Vista la legge 14 dicembre 2000, n. 376 che disciplina la tutela sanitaria delle attivitą sportive e la lotta contro il doping;

Visto, in particolare, l'art. 3 della citata legge che istituisce presso il Ministero della salute la Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attivitą sportive (d'ora in poi denominata «Commissione») e ne stabilisce la composizione, come modificato dall'art. 5-quinquies del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito con legge 31 marzo 2005, n. 43;

Visto il decreto 12 marzo 2001, recante «Composizione della Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attivitą sportive» e successive modifiche;

Visto il decreto 31 ottobre 2001, n. 440, recante «Regolamento concernente l'organizzazione ed il funzionamento della Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attivitą sportive»;

Considerato che parte dei componenti della Commissione hanno terminato il proprio mandato quadriennale ex art. 3, comma 5 della legge n. 376/2000;

Acquisite le designazioni del Ministro per i beni e le attivitą culturali, del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, del Consiglio nazionale dei chimici, della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri e della Federazione nazionale degli ordini dei farmacisti;

Considerato che il prof. Giorgio Santilli, designato dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, specialista in medicina dello sport, ha fatto gią parte della Commissione nominata con il citato decreto 12 marzo 2001, rimettendo il proprio mandato il 20 giugno 2002, senza terminare il quadriennio previsto dall'art. 3 comma 5 della legge n. 376/2000, la nomina disposta con il presente decreto si intende limitata per il periodo necessario al completamento del quadriennio;

Considerato che il termine di proroga, di quarantacinque giorni, degli organi amministrativi di cui all'art. 3 del decreto-legge 16 maggio 1994, n. 293 convertito in legge 15 luglio 1994, n. 444, scade il 26 aprile 2005;

Considerato che l'art. 6, comma 3 del citato decreto 440/2001 prevede che per la validitą delle riunioni della Commissione č necessaria la presenza del Presidente o del Vicepresidente e di almeno dieci componenti. Al fine di assicurare la continuitą delle attivitą proprie della Commissione, si rende necessario procedere alla nomina dei componenti della Commissione il cui mandato quadriennale č scaduto, anche in attesa delle designazioni dei due rappresentanti della Conferenza dei Presidenti delle regioni e delle province autonome ex art. 3, comma 3, lettera c) della legge 376/2000;

Decreta:


articolo successivo