Comunicato MS 12.4.01 - no alla cessione dei dati delle ricette mediche per usi commerciali

COMUNICATO MINISTERO DELLA SANITA' N°171, 12 APRILE 2001

Ufficio stampa

NO ALLA CESSIONE DEI DATI DELLE RICETTE MEDICHE PER USI COMMERCIALI

In merito alle notizie circa una comunicazione dell'Autorità Antitrust,  sui dati rilevabili otticamente dalle ricette mediche che non devono essere ceduti a soggetti privati, inviata al Ministero della Sanità si chiarisce che il Dipartimento di Valutazione Medicinali e Farmacovigilanza si è già attivato per indicare alla Federfarma un livello di aggregazioni di dati derivanti dalle ricette, sufficientemente alto, da impedire la possibilità di un uso non appropriato delle informazioni farmaceutiche, uso peraltro indicato dal Garante della Concorrenza e del Mercato, come potenzialmente distorsivo della concorrenza.

L’analisi dei dati, così come previsto dalla Legge Finanziaria 2001 mira infatti esclusivamente a verificare l'andamento della spesa farmaceutica, rendendo così possibili interventi tempestivi e mirati per ridurre sprechi e diseconomie inappropriatezze delle prescrizioni, sempre comunque nel pieno rispetto della privacy dei cittadini, della libera concorrenza e della assoluta libertà di prescrizione da parte del medico.