DMLSPS 23.07.08 - articolo 1: Limiti massimi di residui

  Articolo 1 - Limiti massimi di residui

(Decreto del Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali, 23 luglio 2008)

1. I limiti massimi di residui delle sostanze attive acefate, acido gibberellico, acrinatrina, azadiractina, buprofezin, clomazone, cloquintocet mexyl, difenoconazolo, exitiazox, fenhexamid, fludioxonil, fosetil alluminio, imidacloprid, isoxadifen etile, lufenuron, propamocarb, propaquizafop, quizalofop-p-etile, spinosad, tebuconazolo, tiametoxam, triflumuron indicati nell'allegato 1 del presente decreto, sostituiscono i corrispondenti limiti massimi di residui indicati nell'allegato 2 del decreto del Ministro della salute 27 agosto 2004, e successivi aggiornamenti.

2. I limiti massimi di residui delle sostanze attive boscalid, ciprodinil, clotianidin, flonicamid, fluopicolide, halosulfuron metile, meptildinocap, metaflumizone, ortosulfamuron, proquinazid, spirodiclofen, trichoderma asperellum, valifenal, indicati nell'allegato 1 del presente decreto, sono aggiunti a quelli indicati nell'allegato 2 del decreto del Ministro della salute 27 agosto 2004, e successivi aggiornamenti.

3. I nuovi limiti massimi di residui dei prodotti fitosanitari trovano applicazione per i trattamenti effettuati dopo l'entrata in vigore dei limiti stessi.


premessa // articolo successivo