Decreto-legge 98/11 - articolo 6: Finanziamento dei partiti politici

  Articolo 6 - Finanziamento dei partiti politici

(convertito, con modificazioni, dalla legge 111/11; si consiglia la consultazione del testo coordinato - ndr)

(Decreto-legge n 98, 6 luglio 2011)

1. Ferme restando le riduzioni di spesa gi previste dall'articolo 2, comma 275, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e dall'articolo 5, comma 4, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, l'importo previsto dall'articolo 1, comma 5, primo periodo, della legge 3 giugno 1999, n. 157, ridotto di un ulteriore 10 per cento, cos cumulando una riduzione complessiva del 30 per cento.

2. All'articolo 1 della legge 3 giugno 1999, n. 157, il terzo e quarto periodo del comma 6 sono sostituiti dai seguenti: "In caso di scioglimento anticipato del Senato della Repubblica o della Camera dei deputati il versamento delle quote annuali dei relativi rimborsi interrotto. In tale caso i movimenti o partiti politici hanno diritto esclusivamente al versamento delle quote dei rimborsi per un numero di anni pari alla durata della legislatura dei rispettivi organi. Il versamento della quota annua di rimborso, spettante sulla base del presente comma, effettuato anche nel caso in cui sia trascorsa una frazione di anno.".

3. Il comma 1 si applica a decorrere del primo rinnovo del Senato della Repubblica, della Camera dei deputati, del Parlamento europeo e dei Consigli regionali successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto.


articolo precedente // articolo successivo