DPCM 20.06.11 - articolo 3: Modalità di adozione delle TS-CNS da parte delle regioni e delle province autonome

  Articolo 3 - Modalità di adozione delle TS-CNS da parte delle regioni e delle province autonome

(Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, 20giugno 2011)

1. E' facoltà delle regioni e delle province autonome chiedere al Ministero dell'economia e delle finanze, ai sensi dell'art. 50, comma 11, del decreto-legge n. 269 del 2003, la generazione e consegna delle TS-CNS per i propri assistiti, nell'ambito della generazione e progressiva consegna delle TS che il Ministero dell'economia e finanze cura in attuazione di quanto disposto al comma 1 del citato art. 50, in occasione del processo di riemissione massiva delle TS in scadenza, il cui piano di attuazione è pubblicato sul sito del Sistema TS, in raccordo con il Ministero della salute, ai fini della compatibilità con le decisioni n. 189, 190 e 191 del 18 giugno 2003 della Commissione Amministrativa della Comunità europee per la Sicurezza Sociale dei lavoratori migranti (CASSTM), e successive modificazioni, per garantire la validità della TS-CNS quale tessera europea di assicurazione malattia.

2. Le regioni e le province autonome che intendono avvalersi della facoltà di cui al comma 1, a seguito dell'accordo con il Ministero dell'economia e delle finanze:

a) sottoscrivono con l'Agenzia delle entrate una apposita convenzione secondo lo schema pubblicato sul sito del Sistema TS, allo scopo di garantire la validità della TS-CNS, in sostituzione del tesserino di codice fiscale;

b) si dotano di un sistema di gestione della componente CNS delle TS-CNS, come definito all'art. 4;

c) garantiscono, nei processi di erogazione dei servizi regionali di cui all'art. 8 che utilizzano la componente CNS, il rispetto degli standard tecnologici previsti dalla normativa vigente e in particolare di quelli definiti nell'allegato 1 al presente decreto.

3. L'Agenzia delle Entrate, nell'ambito della convenzione di cui al comma 2 lettera a), fornisce alle regioni e alle province autonome di cui al comma 1le informazioni necessarie alla gestione della componente CNS della TS-CNS, così come prodotte nel processo di emanazione delle carte e ricevute dai certificatori interessati, secondo i formati di trasferimento dei dati pubblicati sul sito del Sistema TS.

4. Le regioni e le province autonome di cui al comma 1, in qualità di enti emettitori della componente CNS delle TS-CNS, curano le attività di attivazione su richiesta dei propri assistiti e di gestione della componente CNS con modalità organizzative autonomamente definite.


articolo precedente // articolo successivo