DMS 10.12.12 - premessa

  Premessa

(Decreto del Ministero della Salute, 10 dicembre 2012)

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visti gli articoli 2, 13 e 14 del decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 e successive modificazioni, recante «Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope e di prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza», di seguito denominato: «Testo unico»;

Viste, in particolare, la tabella I del predetto Testo unico che indica le sostanze con forte potere tossicomanigeno e oggetto di abuso e la tabella II del Testo unico, suddivisa in cinque sezioni, che indica le sostanze che hanno attivitą farmacologica e sono, pertanto, usate in terapia in relazione al decrescere del loro potenziale di abuso;

Considerato che la sostanza 5-IT o 5-(2-aminopropil)indolo č un derivato dell'indolo ed č un isomero posizionale della a-metiltriptamina (a -MT), molecola con effetti sia allucinogeni sia stimolanti;

Vista la nota dell'8 agosto 2012 con la quale il Dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, attraverso il sistema nazionale di allerta precoce, ha comunicato 14 casi di decesso e 11 casi di intossicazione acuta, registrati in Svezia, correlabili all'assunzione della sostanza 5-IT e numerosi sequestri nei quali č stata individuata la suddetta molecola effettuati sul territorio europeo e precisamente nel Regno Unito, in Ungheria, Svezia e Norvegia;

Visto il parere tecnico-scientifico dell'Istituto superiore di sanitą, reso con nota del 4 ottobre 2012, favorevole all'inserimento della sostanza 5-IT nella tabella I del testo unico in considerazione delle possibili conseguenze in termini di salute e sicurezza correlate alla diffusione on-line della molecola 5-IT, alla gravitą delle segnalazioni di casi di intossicazione e ai decessi relativi all'assunzione di tale sostanza, trasmesse dal Sistema nazionale di allerta precoce del Dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri;

Visto il parere del Consiglio superiore di sanitą espresso nella seduta del 23 ottobre 2012, favorevole all'inserimento nella tabella I del testo unico della sostanza 5-IT o 5-(2-aminopropil)indolo;

Visto il parere del Dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, reso con nota dell'8 ottobre 2012, favorevole alla collocazione nella tabella I del testo unico della sostanza su indicata;

Considerato che tale sostanza risulta ampiamente disponibile attraverso la rete internet e quindi facilmente acquistabile anche nel territorio italiano e rappresenta pertanto un rischio concreto per la salute pubblica;

Ritenuto di dover procedere all'inserimento della suindicata sostanza nella tabella I del testo unico a tutela della salute pubblica;

Decreta:


articolo successivo