DMS 07.09.23 - articolo 11: Accesso al FSE da parte dell'assistito

  Articolo 11 - Accesso al FSE da parte dell'assistito

(Decreto del Ministero della Salute, 7 settembre 2023)

1. L'assistito accede al proprio FSE in forma protetta e riservata, attraverso l'uso degli strumenti di cui all'art. 64 del CAD.

2. In attuazione di quanto disposto dall'ultimo periodo del comma 2 dell'art. 12 del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, il FSE consente all'assistito l'accesso anche ai servizi sanitari on-line resi disponibili dalle regioni e dalle province autonome in modalitÓ telematica, ovvero tramite il Portale nazionale FSE di cui al comma 15-ter del citato art. 12.

3. L'accesso ai servizi sanitari on-line resi disponibili dalle regioni e dalle province autonome in modalitÓ telematica, ovvero tramite il Portale nazionale FSE, non comporta modifiche rispetto alla titolaritÓ dei trattamenti effettuati mediante i predetti servizi.

4. Titolari dei trattamenti necessari a consentire l'identificazione e l'autenticazione informatica dell'assistito o di un suo delegato, l'accesso ai dati e documenti del FSE da parte dello stesso, nonchŔ il relativo tracciamento, sono il Ministero della salute, limitatamente agli assistiti SASN, la regione di assistenza o il titolare del Portale nazionale FSE, per gli assistiti per i quali non risulta associata una RdA e che usano il predetto portale.

5. Nel caso di servizi di accesso al FSE erogati avvalendosi di FSE-INI, il MEF Ŕ responsabile del trattamento limitatamente ai compiti connessi all'organizzazione, alla gestione tecnico-informatica e agli altri adempimenti necessari a garantirne il corretto funzionamento.

6. L'accesso al FSE di un minore Ŕ consentito a coloro che esercitano la responsabilitÓ genitoriale attraverso le proprie credenziali. La verifica della responsabilitÓ genitoriale Ŕ effettuata dalla ASL territorialmente competente secondo la propria organizzazione ovvero direttamente dal FSE della RdA o dal Portale nazionale FSE tramite l'ANA ai sensi dell'art. 8, comma 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1░ giugno 2022. 4-bis. Al compimento della maggiore etÓ dell'assistito, in automatico il sistema disabiliterÓ l'accesso dell'esercente la responsabilitÓ genitoriale ai dati del minore e lo stesso potrÓ accedere con le proprie credenziali.

7. L'accesso al FSE da parte di soggetti sottoposti alle forme di tutela previste dal codice civile nei casi di incapacitÓ totale o parziale a provvedere ai propri interessi, Ŕ consentito al tutore, al curatore o all'amministratore di sostegno ove ci˛ rientri tra i poteri loro conferiti in base ai provvedimenti emessi dall'AutoritÓ giudiziaria e per il periodo di validitÓ previsto. Nelle more della realizzazione del Sistema gestione deleghe di cui all'art. 64-ter del CAD, la verifica dei poteri di rappresentanza Ŕ effettuata dalla ASL territorialmente competente ovvero dalla RdA, secondo la propria organizzazione, e rinnovata periodicamente.

8. Nelle more della realizzazione del Sistema gestione deleghe di cui all'art. 64-ter del CAD, l'accesso al FSE Ŕ consentito anche a soggetti delegati volontariamente dall'assistito in un numero massimo di 3. In tale caso, il soggetto delegato pu˛ ricevere al massimo 5 deleghe da diversi assistiti, tra le quali non sono ricomprese le possibilitÓ di accesso ai sensi dei commi 6 e 7.

9. Nelle more della realizzazione del Sistema gestione deleghe di cui all'art. 64-ter del CAD, la procedura per delegare un soggetto ai sensi del comma 8 Ŕ resa disponibile dal FSE della RdA e dal Portale nazionale FSE e consente all'assistito, previa identificazione ai sensi del comma 1, di delegare il soggetto giÓ censito in ANA e secondo l'ambito di operativitÓ di cui al comma 12, e al soggetto delegato di accettare o rifiutare la delega ricevuta, entro 30 giorni, previa identificazione ai sensi del comma 1. La delega di cui al comma 8 pu˛ essere presentata e registrata sul FSE anche per il tramite della ASL territorialmente competente ovvero dalla RdA, secondo la propria organizzazione. La RdA dell'assistito o, per gli assistiti per i quali non risulta associata una RdA, il Portale nazionale FSE registrano ogni accesso e operazione del delegato.

10. Nelle more della realizzazione del Sistema gestione deleghe di cui all'art. 64-ter del CAD, la delega di cui al comma 8 pu˛ avere una validitÓ temporale di massimo 3 anni dal rilascio, alla scadenza dei quali pu˛ essere rinnovata. L'assistito pu˛ revocare o modificare, in ogni momento, l'operativitÓ della delega di cui al comma 8.

11. Fermo restando che in nessun caso il delegato accede ai dati soggetti a maggiore tutela, di cui all'art. 6, la delega, la revoca della stessa, il suo ambito di operativitÓ nonchŔ il relativo periodo di validitÓ vengono registrati nell'Anagrafe consensi e revoche.

12. L'ambito di operativitÓ della delega Ŕ ricompreso tra i seguenti:

a) accesso completo in base al quale il delegato opera sul FSE dell'assistito delegante con i medesimi privilegi (consultazione dei dati e dei documenti relativi all'assistito, inserimento di dati e documenti nel taccuino personale dell'assistito, nonchŔ accesso ai servizi, incluse le prestazioni dei consensi e le relative revoche, nonchŔ oscuramenti e relative revoche);

oppure, singolarmente o in combinazione tra loro:

b) consultazione dei dati e dei documenti relativi all'assistito;

c) accesso ai servizi, incluse le prestazioni dei consensi e le relative revoche, nonchŔ oscuramenti e relative revoche;

d) inserimento di dati e documenti nel taccuino personale dell'assistito.


articolo precedente // articolo successivo