Sicilia - Legge 5/09 - articolo 3: Programmazione sanitaria regionale

  Articolo 3 - Programmazione sanitaria regionale

(Regione Sicilia - legge n░ 5, 14 aprile 2009)

1. Il Piano sanitario regionale definisce, nell'ambito della compatibilitÓ finanziaria ed in coerenza con il Piano sanitario nazionale, gli strumenti e le prioritÓ idonei a garantire l'erogazione delle prestazioni del Servizio sanitario regionale in ottemperanza ai Livelli essenziali di assistenza, agli indirizzi della politica sanitaria regionale nonchŔ alle disposizioni della presente legge. Esso Ŕ attuato nella programmazione sanitaria locale secondo quanto disposto nei successivi articoli.

2. Il Piano sanitario regionale Ŕ proposto dall'Assessore regionale per la sanitÓ, acquisito il prescritto parere della Conferenza permanente per la programmazione sanitaria e socio-sanitaria regionale, istituita dalla legge regionale 9 ottobre 2008, n. 10, e sentita la Consulta regionale della sanitÓ, di cui all'art. 17 della presente legge, che esprime le proprie osservazioni entro trenta giorni dalla richiesta.

3. Il Piano sanitario regionale ha durata triennale. Esso Ŕ approvato con decreto del Presidente della Regione, previa delibera della Giunta regionale, acquisito il parere vincolante della competente Commissione legislativa dell'Assemblea regionale siciliana. Con le stesse modalitÓ si procede all'approvazione delle modifiche che si rendessero necessarie entro i tre anni di vigenza.

4. In sede di prima applicazione della presente legge il Piano sanitario regionale Ŕ approvato con la procedura di cui al comma 3 entro duecentoquaranta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

5. Ai fini del monitoraggio dello stato di attuazione degli obiettivi definiti dal Piano sanitario regionale, con particolare riferimento allo stato di salute della popolazione, e dei relativi livelli di spesa, l'Assessore regionale per la sanitÓ predispone, entro il 30 aprile di ogni anno, un'apposita relazione sullo stato dei Servizio sanitario regionale dettagliatamente corredata dei dati necessari. La relazione Ŕ illustrata alla Giunta regionale e successivamente trasmessa all'Assemblea regionale siciliana.


articolo precedente // articolo successivo