Toscana - Legge 84/15 - articolo 47: La rete formativa del servizio sanitario regionale per la formazione continua - Modifiche all'art. 51 della l.r. 40/2005

  Articolo 47 - La rete formativa del servizio sanitario regionale per la formazione continua - Modifiche all'art. 51 della l.r. 40/2005

(Regione Toscana - Legge regionale n. 84, 28 dicembre 2015)

1. Al comma 1 dell'art. 51 della l.r. 40/2005 dopo le parole: «rete ospedaliera» sono inserite le seguenti: «e territoriale».

2. Al comma 3 dell'art. 51 della l.r. 40/2005 dopo le parole: «(Istituzione e organizzazione dell'Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica «ISPO». Gestione liquidatoria del Centro per lo Studio e la Prevenzione Oncologica «CSPO»)» sono inserite le seguenti. «e dalle altre strutture che effettuano attività formativa di livello regionale.».

3. Alla lettera f) del comma 5 dell'art. 51 della l.r. 40/2005 la parola «interprofessionale» è sostituita dalle seguenti: «multi professionale;».

4. Il comma 6 dell'art. 51 della l.r. 40/2005 è sostituito dal seguente:

«6. La Giunta regionale promuove l'accreditamento delle agenzie formative e l'implementazione di un'anagrafe formativa regionale alimentata dalle stesse. La Giunta regionale, al fine di allineare l'anagrafe formativa regionale con l'anagrafe nazionale, promuove convenzioni, anche a titolo sperimentale, con ordini e collegi e loro consorzi o comunque con i soggetti a cui compete la gestione dell'anagrafe nazionale.».

5. Dopo il comma 6 dell'art. 51 della l.r. 40/2005 è inserito il seguente:

«6-bis. L'Osservatorio sulla qualità della formazione sanitaria, già istituito presso la direzione regionale competente in materia di diritto alla salute, svolge le seguenti funzioni:

a) effettua gli audit nell'ambito del sistema di accreditamento delle agenzie formative;

b) valuta la qualità della formazione erogata dalle agenzie accreditate.».

6. Dopo il comma 6-bis dell'art. 51 della l.r. 40/2005 è inserito il seguente:

«6-ter. La composizione dell'Osservatorio è definita con apposita deliberazione di Giunta regionale, garantendo una adeguata rappresentanza delle professioni interessate e dei responsabili degli uffici per la formazione delle aziende sanitarie.».


articolo precedente // articolo successivo