Titolo

(Ricorso 6 maggio 2010)

Ricorso per questione di legittimitą costituzionale depositato in cancelleria il 6 maggio 2010
(del Presidente del Consiglio dei ministri).

Sanitą pubblica - Norme della Regione Molise - Disciplina sull'assetto programmatorio, contabile, gestionale e di controllo dell'Azienda sanitaria regionale del Molise - Attribuzione alla Giunta regionale del potere di esercitare il controllo su tutti gli atti del Direttore Generale dell'Azienda sanitaria regionale, previsione che gli atti adottati dalla Giunta nell'esercizio delle sue funzioni di vigilanza non sono soggetti a controllo, previsione che gli atti del Direttore Generale adottati in punto di bilanci e di riequilibrio della situazione economica sono soggetti al solo visto di congruitą della Giunta regionale, nonchč attribuzione alla Giunta del potere di deliberare la risoluzione del contratto con il Direttore Generale e la sua contestuale sostituzione, qualora questi non provveda nei termini all'adozione del bilancio e/o alla proposta per la copertura della perdita d'esercizio - Lamentata indebita menomazione delle attribuzioni del commissario ad acta nominato per l'attuazione del piano di rientro del disavanzo sanitario, assenza del necessario raccordo istituzionale - Ricorso del Governo - Denunciata violazione del potere sostitutivo dello Stato, lesione del principio di leale collaborazione.
- Legge della Regione Molise 22 febbraio 2010, n. 8, artt. 31, commi 2, 3 e 8, lett. c); 32 e 33.
- Costituzione, art. 120, secondo comma; d.l. 1° ottobre 2007, n. 159, convertito, con modificazioni, nella legge 29 novembre 2007, n. 222, art. 4, comma 2.