Titolo

(Ricorso 7 giugno 2013)

Ricorso per questione di legittimità costituzionale depositato in cancelleria il 7 giugno 2013
(del Presidente del Consiglio dei ministri)

Sanità pubblica - Norme della Regione Calabria - Provvedimenti per garantire la piena funzionalità del Servizio Sanitario regionale - Previsione che le Aziende sanitarie ed ospedaliere della Regione Calabria procedano alla stabilizzazione attraverso prove selettive dei soggetti in possesso dei titoli di cui alle leggi 27 dicembre 2006, n. 296 e 24 dicembre 2007, n. 244, che abbiano presentato domanda entro il 31 dicembre 2008 - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della sfera di competenza legislativa esclusiva statale in materia di ordinamento civile, per la trasformazione di rapporti di lavoro a tempo determinato in rapporti di lavoro a tempo indeterminato - Denunciata violazione dei principi di coordinamento in materia di finanza pubblica - Denunciata violazione dei principi di uguaglianza e di imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione - Denunciato contrasto con il piano di rientro dal disavanzo finanziario.
- Legge della Regione Calabria 29 marzo 2013, n. 12, art. 1, comma 1.
- Costituzione, artt. 3, 97, 117, commi secondo, lett. l), e terzo, e 120, comma secondo; legge 23 dicembre 2009, n. 191, art. 2, commi 80 e 95; legge 30 dicembre 2004, n. 311, art. 1, comma 174; decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, convertito, con modificazioni, nella legge 8 novembre 2012, n. 189, art. 4-bis; decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, art. 35, comma 3-bis, inserito dall'art. 1, comma 401, della legge 24 dicembre 2012, n. 228.

Sanità pubblica - Norme della Regione Calabria - Provvedimenti per garantire la piena funzionalità del Servizio Sanitario regionale - Previsione che alle prove selettive per la stabilizzazione del personale di cui al comma 1, dell'art. 1 sopra richiamato, possono partecipare, altresì, i soggetti in possesso dei titoli stabiliti dallo stesso comma 1, che abbiano visto riconoscere la subordinazione da giudice o da ispezioni previdenziali - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della sfera di competenza legislativa esclusiva statale in materia di ordinamento civile, per la trasformazione di rapporti di lavoro a tempo determinato in rapporti di lavoro a tempo indeterminato - Denunciata violazione dei principi di coordinamento in materia di finanza pubblica - Denunciata violazione dei principi di uguaglianza e di imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione - Denunciato contrasto con il piano di rientro dal disavanzo finanziario.
- Legge della Regione Calabria 29 marzo 2013, n. 12, art. 1, comma 2.
- Costituzione, artt. 3, 97, 117, commi secondo, lett. l), e terzo, e 120, comma secondo; legge 23 dicembre 2009, n. 191, art. 2, commi 80 e 95; legge 30 dicembre 2004, n. 311, art. 1, comma 174; decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, convertito, con modificazioni, nella legge 8 novembre 2012, n. 189, art. 4-bis; decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, art. 35, comma 3-bis, inserito dall'art. 1, comma 401, della legge 24 dicembre 2012, n. 228.

Sanità pubblica - Norme della Regione Calabria - Provvedimenti per garantire la piena funzionalità del Servizio Sanitario regionale - Previsione che i benefici di cui al comma 1, dell'art. 1 sopra richiamato, si applicano anche in favore di quanti abbiano stipulato contratti anteriormente alla data del 1° gennaio 2007 o in base all'art. 1, comma 558, della legge n. 296/2006 abbiano maturato un'esperienza triennale nel quinquennio precedente e a quanti siano stati in servizio alla data del 31 dicembre 2008 - Ricorso del Governo - Denunciata violazione della sfera di competenza legislativa esclusiva statale in materia di ordinamento civile, per la trasformazione di rapporti di lavoro a tempo determinato in rapporti di lavoro a tempo indeterminato - Denunciata violazione dei principi di coordinamento in materia di finanza pubblica - Denunciata violazione dei principi di uguaglianza e di imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione - Denunciato contrasto con il piano di rientro dal disavanzo finanziario.
- Legge della Regione Calabria 29 marzo 2013, n. 12, art. 1, comma 3.
- Costituzione, artt. 3, 97, 117, commi secondo, lett. l), e terzo, e 120, comma secondo; legge 23 dicembre 2009, n. 191, art. 2, commi 80 e 95; legge 30 dicembre 2004, n. 311, art. 1, comma 174; decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, convertito, con modificazioni, nella legge 8 novembre 2012, n. 189, art. 4-bis; decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, art. 35, comma 3-bis, inserito dall'art. 1, comma 401, della legge 24 dicembre 2012, n. 228.