P.Q.M.

(Tribunale di Taranto - 65 - 24 settembre 2013)

Il Tribunale, così provvede:

1. visti gli artt. 669 sexies e 700 c.p.c., ordina alla "Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia" di somministrare - sino all'esito della decisione da parte della Corte Costituzionale della questione di costituzionalità che in questa sede contestualmente si propone - la cura richiesta da R. D. , sotto la responsabilità del medico prescrittore dott. M. A. (giusta prescrizione del 22 maggio 2013), autorizzando e disponendo che l'Azienda Ospedaliera predetta - ove non ritenga di operare direttamente nell'ambito delle proprie strutture - richieda alla cell-factory che riterrà di individuare (secondo i criteri della maggiore efficacia per la cura da somministrare, nonchè della sicurezza nel trattamento), le cellule staminali prodotte secondo la metodica elaborata da "Stamina Foundation" ONLUS, la quale dovrà fornire alla cell-factory il proprio know-how e, se necessario, il personale competente a trattare le cellule, con obbligo per il "Ministero della Salute" di prestare ogni necessaria collaborazione scientifica, tecnica e finanziaria;

2. Visto l'art. 134 Cost. e l'art. 23 della legge 11 marzo 1953 n. 87, dichiara rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 2 del decreto-legge 25 marzo 2013 n. 24, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 maggio 2013, n. 57, in relazione agli artt. 2, 3 e 32 della Costituzione;

3. dispone l'immediata trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale e sospende il giudizio;

4. manda alla Cancelleria perchè la presente ordinanza sia notificata alle parti in causa ed al Presidente del Consiglio dei Ministri, nonchè comunicata ai Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.

Taranto, 23 settembre 2013.

Il Giudice del lavoro: Magazzino