Friuli-DVDCSPS 06.08.04 - premessa

Premessa

(Decreto del Vice Direttore Centrale .... della regione FVG, 6 agosto 2004)

IL VICE DIRETTORE CENTRALE

VISTO il combinato disposto dell'articolo 52, comma 1, lettera e), dell'articolo 51, comma 1, lettera g) e dell'articolo 51 bis, comma 2, della legge regionale 27 marzo 1996, n. 18 e successive modificazioni;

VISTO l'Accordo collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale, stipulato il 9 marzo 2000, ai sensi dell'articolo 8, comma 1, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni, reso esecutivo con D.P.R. 28 luglio 2000, n. 270;

VISTO, in particolare, l'articolo 20 del D.P.R. n. 270/2000, concernente «Copertura degli ambiti territoriali carenti di assistenza primaria», in base al quale:

– possono concorrere al conferimento degli incarichi, negli ambiti territoriali carenti resi pubblici:

a) i medici convenzionati, che rientrino in una delle fattispecie previste dal comma in parola, che hanno fatto domanda di trasferimento;

b) i medici inclusi nella graduatoria regionale per l'anno 2004;

– al fine del conferimento di tali incarichi, i medici indicati sub b), vanno graduati nell'ordine risultante dai seguenti criteri:

– attribuzione del punteggio riportato nella graduatoria unica per titoli, predisposta a livello regionale;

– attribuzione di punti 5 a coloro che, nell'ambito territoriale dichiarato carente, per il quale concorrono, abbiano la residenza fin da due anni antecedenti la scadenza del termine per la presentazione della domanda di inclusione nella graduatoria regionale e che tale requisito abbiano mantenuto fino all'attribuzione dell'incarico;

– attribuzione di 20 punti ai medici residenti, nell'ambito della Regione, da almeno due anni antecedenti la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di inclusione nella graduatoria regionale e che tale requisito abbiano mantenuto fino all'attribuzione dell'incarico;

PRESO ATTO che, ai sensi della norma finale n. 5 del D.P.R. n. 270/2000, il conferimento degli incarichi vacanti di assistenza primaria, relativi agli ambiti territoriali rilevati dal 2001 avviene applicando le percentuali del 67% e del 33% a favore, rispettivamente, degli aspiranti di cui all'articolo 3, comma 6, lettera a) - medici in possesso dell'attestato di formazione in medicina generale e lettera b) - medici in possesso di titolo equipollente, dello stesso D.P.R.;

ATTESO che sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 18 del 5 maggio 2004, sono stati pubblicati gli ambiti territoriali carenti di medici di medicina generale per l'assistenza primaria - prima pubblicazione per l'anno 2004 - e che, entro il termine perentorio di 15 giorni, dall'anzidetta data, 40 medici hanno presentato domanda di assegnazione;

PRESO ATTO che:

– le domande relative alle dottoresse Sebastiana Cipresso, Maurizia D'Ippolito e Rita Facchinetti non sono state accolte in quanto le candidate non hanno allegato alla domanda, inviata per posta, la copia fotostatica di un documento d'identità, come previsto dall'articolo 38, comma 3, del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445. Documento indispensabile per asseverare, anche ai fini dell'assunzione di responsabilità, la provenienza della dichiarazione, la cui mancanza non può, perciò, configurarsi come una mera irregolarità formale, derivandone, pertanto, che non può essere consentita l'integrazione o la regolarizzazione di detto documento (Consiglio di Stato - V Sezione - Sent. n. 5677 di data 1 ottobre 2003);

– i medici inclusi nella graduatoria in parola sono, pertanto, 37;

EVIDENZIATO che:

– la graduatoria allegata al presente decreto comprende sia i medici in possesso dell'attestato di formazione specifica - indicati con un asterisco - che i medici con titolo equipollente. La prima colonna della graduatoria riporta il numero progressivo dei medici in possesso di titolo equipollente all'attestato di formazione in medicina generale, la seconda colonna, il numero progressivo dei medici in possesso dell'attestato anzidetto;

– i nominativi dei medici Marco Tripoli, Gianna Cappitelli, Saverio Aliotta, Alessandro Nicolini, Gilberto Pagoni, Antonella Brattovich, Maria Carmela Carolina Florio, Giuseppe Israel, Alessandro Rufolo, Marinella Benedetti, Tamara De Tina e Daniele Molignoni ricorrono due volte: la prima, con il punteggio maggiorato di 5 punti, in relazione all'ambito carente ove risultano risiedere da più di due anni antecedenti la scadenza del termine per la presentazione delle domanda di inclusione nella graduatoria regionale (articolo 20, comma 7, lettera b), del D.P.R. n. 270/2000); la seconda, in relazione ai rimanenti ambiti per i quali concorrono;

– a parità di punteggio complessivo prevalgono, nell'ordine, il voto di laurea, l'anzianità di laurea, la minore età (articolo 3, comma 4, del D.P.R. n. 270/2000);

DECRETA


decreto