Friuli-DPR 11.01.05 - premessa

Premessa

(Decreto del Presidente della regione FVG, 11 gennaio 2005)

IL PRESIDENTE

VISTA la D.G.R. n. 1932 del 22 luglio 2004 avente ad oggetto: «Educazione continua in medicina. Costituzione della consulta regionale per la formazione in sanità e della commissione per l'educazione continua»;

RILEVATO che, con la suddetta D.G.R n. 1932/2004 è stato disposto di costituire, presso la Direzione centrale salute e protezione sociale, la Commissione regionale per l'educazione continua in medicina composta dagli esperti in materia di sanità e di formazione, indicati nel provvedimento in parola;

RITENUTO:

• di prevedere un delegato anche per il funzionario della Direzione centrale salute e protezione sociale;

• che le funzioni di volta in volta delegate possano essere svolte anche da quei soggetti che hanno già formalmente instaurato rapporti di collaborazione con la Direzione centrale salute e protezione sociale e che, quindi, come tali, svolgono funzioni proprie della Direzione medesima;

• che le funzioni di segretario, proprio in relazione ai compiti che devono essere svolti dalla Commissione «de qua», saranno attribuite alla dott.ssa Adriana Angeli, che già possiede un'esperienza nel settore ed alla quale, peraltro, è stato già attribuito un incarico, dalla Direzione centrale salute e protezione sociale, per l'espletamento delle attività inerenti allo sviluppo del programma di educazione continua in medicina;

VISTE le note di designazioni congiunte dei componenti rappresentanti degli ordini e collegi professionali interessati, agli atti della Direzione competente;

RITENUTO di stabilire, ai sensi della legge regionale 4 luglio 1997 n. 23, articolo 2, che la durata della Commissione sopra citata è di sei mesi, salvo la possibilità di proroga così come previsto dalla legge regionale innanzi citata;

RITENUTO, altresì, che ai componenti esterni della Commissione possa essere corrisposto un gettone di presenza, pari a euro 100,00, tenuto conto che in tale compenso rientra il lavoro preparatorio richiesto ai componenti medesimi nell'ambito delle attività di accreditamento regionale di cui trattasi. Gli stessi sono equiparati, ai fini del trattamento di missione, ai dipendenti regionali con qualifica di dirigente;

VISTO l'articolo 53 del decreto legislativo n. 30 marzo 2001, n. 165, relativo alle procedure per il conferimento di incarichi a dipendenti pubblici;

VISTE le dichiarazioni rese ai sensi dell'articolo 7 bis ante della legge regionale 23 giugno 1978, n. 75, così come inserito dall'articolo 55 della legge regionale 15 febbraio 2000, n. 1, relative al divieto di nomina o designazione negli organi collegiali costituiti con provvedimento regionale;

VISTA la legge regionale 23 agosto 1982, n. 63;

VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 3462 del 21 dicembre 2004;

DECRETA


decreto